Articles in category: PHP

Alessandro Lai Alessandro Lai avatar

7 minute read

The enemies of programming As many of you will agree with me, sleep deprivation is the enemy of programming. Maybe we fear only one thing more than that: being interrupted. While writing code we have to think really hard, we use complex abstractions, we go through long business workflows and so on… fatigue and interruptions are the main enemies of those in this line of work. My experience On my day job, I do all this mental juggling on a pretty big project, which is based on PHP 5.5, Symfony 2.8, Doctrine etc.; luckily, in this project we use a good deal of good practices, and automated software testing is one of those.

Alessandro Lai Alessandro Lai avatar Sergio Santoro Sergio Santoro avatar

5 minute read

Almost like a nice tradition, we went to the PHP Day conference this year as well; this time too it was held in Verona, on May 13th and 14th. We participated and attended numerous talks and, as last year, we wanted to write a light summary; this won’t be a full “review”, but our intent instead is to highlight what captured our interest most, or what we found more valuable for our everyday work.

Sergio Santoro Sergio Santoro avatar

6 minute read

Composer e l’ecosistema PHP L’ecosistema PHP è notevolmente cambiato negli ultimi anni grazie all’introduzione di Composer. Esso ha definito degli standard per risolvere problemi comuni come l’autoloading e la gestione di pacchetti e dipendenze. In questi ultimi anni si è assistito ad un proliferare di numerose componenti software riusabili che hanno significativamente modificato le strategie di sviluppo. Nonostante Composer si sia evoluto molto, in alcuni contesti le sue funzionalità risultano essere limitanti e incomplete.

Alessandro Lai Alessandro Lai avatar

8 minute read

Questo articolo è la sintesi di un talk presentato al SymfonyDay 2015; potete trovare le slide qui. I test e la loro durata Sviluppare applicazioni scrivendo test e facendo Test Driven Development è un’ottima pratica, e dà parecchie soddisfazioni. Con l’andare del tempo, si fa crescere la suite di test del proprio progetto, cercando di aumentarne la copertura e l’efficacia e si scrivono nuovi test corrispondenti alle nuove funzionalità che vengono man mano sviluppate.

Luca Boeri Luca Boeri avatar

5 minute read

Dalle notifiche di Facebook ad un tweet stream, da Google Docs ai giochi multiplayer in HTML5, la necessità di uno scambio dati in due direzioni, efficiente e a bassa latenza, ha determinato l’ascesa negli ultimi anni di soluzioni basate su WebSocket. Internet delle cose e web 2.0 trovano oramai sempre meno spazio all’interno del protocollo HTTP/1. Le tecniche di polling e long polling, in voga fino a pochi anni fa, non permettevano di trasmettere in full duplex (tra server e client) contemporaneamente, erano costrette ad un alto overhead HTTP e richiedevano diversi sforzi per simulare notifiche push server side.